Home » FAQs

FAQs

Ordini e pagamenti

La spedizione è totalmente gratuita.

Basta aggiungere un prodotto al carrello tramite il pulsante “aggiungi al carrello”, andare nella pagina degli acquisti e finalizzare l’ordine scegliendo il metodo di pagamento e inserendo i dati necessari per la fatturazione e la spedizione.

Tramite carta prepagata, Carta di credito, PayPal oppure alla consegna. Tutti i pagamenti, escluso il pagamento alla consegna, possono essere fatti tramite PayPal. Nel caso in cui si abbia un conto su PayPal si potrà procedere regolarmente al pagamento tramite il proprio account. Nel caso in cui si voglia pagare tramite carta prepagata o carta di credito bisognerà comunque selezionare PayPal come metodo di pagamento ed in seguito cliccare sul pulsante verde “continua su PayPal”. Si verrà reindirizzati nella pagina di login di PayPal dove bisognerà cliccare il pulsante “Paga con una carta”. A questo punto sarà sufficiente inserire i dati e procedere al pagamento. Se si desidera si può pagare direttamente alla consegna. Per questo metodo di pagamento è applicata una tassa di 5€.

Pneumatici

Con il test della moneta da un euro. Con questo test è facile verificare se lo spessore del battistrada ha uno spessore inferiore a 4mm, che è il valore consigliato. L’idea che sta dietro questo test è molto semplice e assicura un risultato attendibile. Per effettuare il test bisogna inserire una monetina da un euro all’interno di uno dei solchi principali e verificare che la corona esterna dorata della moneta sia ben coperta dalla gomma. Se non lo è significa che il battistrada ha uno spessore inferiore a 4mm e quindi lo pneumatico dovrebbe essere cambiato.

Con l’indicatore di usura dello pneumatico. Tutti gli pneumatici hanno degli indicatori di usura che indicano, appunto, qual è il limite massimo di usura della gomma stabilito per legge. Per trovarli basta guardare il lato dello pneumatico, individuare la sigla TWI (Tread Wear Indicator) ed osservare il battistrada all’altezza di questa sigla. Quello che dovete trovare è un tassellino di gomma alto 1,6 mm sul fondo di una delle scanalature longitudinali del battistrada. Quando il battistrada raggiunge la stessa altezza del tassello significa che è necessario sostituirlo. Non è un consiglio, è il codice della strada ad imporre la sua sostituzione.

Inquini l’ambiente. Mettersi alla guida con degli pneumatici invernali in estate fa consumare più carburante alla propria autovettura con conseguente spreco di denaro e un impatto ambientale non trascurabile.

Assolutamente sì. In realtà è fortemente consigliato montare tutti e 4 gli pneumatici quando si cambiano, questo perché nel caso in cui le gomme abbiano uno spessore diverso fra di loro si vengono a creare degli squilibri tra avantreno e retrotreno, rendendo instabile la vettura. Tuttavia il codice della strada prevede che gli pneumatici siano dello stesso tipo e misura solo sulle ruote dello stesso asse, consentendo quindi il montaggio misto.

La pressione giusta per gli pneumatici è tra 1.8 bar e i 2.2 bar. Tuttavia questi valori sono indicativi e possono variare sensibilmente a seconda delle gomme che si considerano e delle case automobilistiche.

Dopo aver percorso dai 20.000 ai 40.000 km. Dipende dai casi. Oppure dopo un periodo di tempo che va da 5 a 10 anni. Anche qui dipende dai casi. In ogni caso, dopo 10 anni di utilizzo, è necessario effettuare la sostituzione pneumatici, anche nel caso in cui l’usura non abbia raggiunto i limiti di legge.

Entro il 15 Giugno. Gli pneumatici invernali devono essere tolti entro il 15 Giugno, cioè un mese dopo l’entrata in vigore dell’’obbligo che è fissato al 15 Maggio. L’installazione, invece, può essere fatta dal 15 Ottobre, cioè un mese prima dell’entrata in vigore dell’obbligo.

In media 60€. Ovviamente questo prezzo varia, anche sensibilmente, a seconda degli pneumatici che si scelgono.

Mediamente il suo valore è compreso tra i 7mm e i 9,5mm. Questi valori sono indicativi e possono variare a seconda del tipo di gomma. Anche se la legge impone che lo spessore minimo del battistrada sia di 1,6mm, è fortemente consigliato non scendere mai sotto la soglia dei 2 mm. Infatti, pneumatici il cui spessore del battistrada ha uno spessore inferiore ai 1,6mm smettono di aderire e sono quindi meno sicuri.