DSTyres

+39 377 300 0198

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perdere promo e novità.

Seguici su

Enduro in Sardegna – Le 3 mete più belle da percorrere

Moltissimi dei nostri clienti provenienti da tutta Italia che acquistano da noi gli pneumatici off-road ci chiedono spesso quali siano i percorsi più belli dove praticare Enduro in Sardegna.

Essendo la nostra un’azienda con sede primaria in Sardegna abbiamo deciso di fare un piccolo sondaggio con la nostra clientela locale per riuscire ad accontentare anche i clienti provenienti dalla penisola che cercano percorsi emozionanti da affrontare con le loro moto da Enduro.

Enduro in Sardegna: Meta numero 1 Sinnai – San Giorgio

Come prima tappa del tour ci catapultiamo a Sud dell’isola, esattamente a Sinnai, per percorrere il tratto lungo che porta da Sinnai a “San Giorgio”. Il tragitto dura all’incirca 4 ore ed è considerato difficile da percorrere per via del suo dislivello.

Il punto di partenza è dalla cava di Cagima che si trova a Sinnai, si segue la strada sterrata che ti porta sino alle antenne di Serpeddì, dove puoi godere di un bellissimo panorama.
Una volta abbandonata la vallata delle antenne si procede col percorre tutta la piana fino ad arrivare al Monte Genis dove il sentiero sterrato si confonde in alcuni tratti con l’incantevole macchia mediterranea che sovrasta la zona del monte.
L’impervio percorso si presenta tuttavia molto polveroso ed è attraversato continuamente dai liberi pascoli che vivono nel silenzio delle montagne, come consuetudine gli animali devono essere rispettati e non disturbati.
Da Villasalto si continua a procedere verso le montagne che nel XX secolo hanno ospitato miniere e minatori in luoghi del tutto incontaminati.
Il cammino spunta a San Vito dove si procede direttamente sul letto del fiume per poi ricongiungersi alla miniera di Monte Narba. Da qui una strada  bianca sconnessa ti permette di riallacciarti all’imboccatura della ss125, permettendoti infine di calpestare l’asfalto dell’Orientale Sarda fino a San Gregorio. Un’ottima alternativa per percorrere queste bellissime terre sono anche i quad e i fuoristrada 4×4, provvisti degli pneumatici adatti per un’avventura del tutto off-road.

Enduro in Sardegna: meta numero 2 Orgosolo

Orgosolo oltre ad essere un paese ricco di storia e arte è noto a molti per il suo vasto territorio e i suoi innumerevoli percorsi da praticare in enduro, cosi da richiamare l’attenzione di tanti turisti in tutto il mondo. Dopo un confronto con i nostri clienti locali su quale fosse l’itinerario perfetto da praticare a Orgosolo, la l  risposta più comune è stata: “i percorsi sul territorio orgolese sono i più belli in assoluto, vistateli tutti”.

Quindi il nostro consiglio è quello di lasciarsi trasportare dall’istinto e si può di rimanere nel paese più di un giorno in modo tale da poter visitare più mete. Facendo molta attenzione alle belle e aspre montagne della Barbagia, il loro percorsi non sono affatto semplici da affrontare, i nostri clienti più esperti raccomandano un’accurata scelta degli pneumatici in modo che possiate fare la differenza persino nei sentieri più insidiosi.

Enduro in Sardegna: meta numero 3 Olbia -Costa Smeralda

Il paradiso della Costa Smeralda e le sue aree limitrofe offrono degli straordinari percorsi per enduristi. L’itinerario copre la fascia costiera di Golfo Aranci dove ci si trova in parallelo con il mare e le scogliere, sino ad arrivare al fulcro della Costa Smeralda nonché Porto Cervo. Il tutto senza distogliere un attimo lo sguardo dall’azzurra costa Nord Est della Sardegna.

I tour della zona solitamente comprendono attraversate che partono dal hinterland olbiese passando per la zone del Monte Plebi dove una volta arrivato poi godere di una vista a 360° della città di Olbia, per passare successivamente per una strada sterrata immersa nella macchia mediterranea che costeggia l’antica chiesetta di campagna “La Madonna delle Grazie”, sino ad arrivare al piccolo borgo di San Pantaleo. Insomma un mix di itinerari tutti da scoprire. Ma attenzione perché anche qui i nostri esperti ci mettono in guardia, visto che si passa da strade sterrate, terreni sabbiosi e rocciosi, si consiglia una buona scelta delle proprie gomme da enduro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − quattordici =

Torna in alto