DSTyres

+39 377 300 0198

Iscriviti alla nostra Newsletter, per non perdere promo e novità.

Seguici su

Pneumatici moto

pneumatici moto

Come scegliere i pneumatici per la moto

La scelta degli pneumatici per la moto è una grossa responsabilità. Essendo la moto infatti un mezzo a motore su due ruote e non su quattro l’esposizione al rischio è più frequente di quanto possa sembrare. Cominciamo col dirvi che in quest’articolo troverete le informazioni base per la scelta delle gomme in totale sicurezza.

La primissima cosa da fare quando si scelgono le gomme per la vostra moto è quella di osservare attentamente la misura del pneumatico ed assicurarsi che sia riportata sul libretto di circolazione, in questo caso se la misura corrisponde vorrà dire che la moto è omologata per installare quella tipologia di gomme. Ti dico questo perché è solito da parte di alcuni motociclisti montare gomme non omologate (più larghe) per migliorare il fattore estetico della moto. Una cosa sbagliatissima per tre buoni motivi.

  1. Si va ad incidere sul fattore sicurezza, infatti se nella moto sono stati apportati quei tipi di pneumatici significa che la casa produttrice ha intrapreso dei test prima dell’omologazione. Prescrivendo le misure adatte all’utilizzo sulla carta di circolazione.
  2. Metti il caso che nella tua tranquilla e serena uscita domenicale inciampi in un posto di blocco… Se le forze dell’ordine si dovessero accorgere che le gomme che hai montato non sono omologate sul libretto vai incontro a grossi guai come per esempio una multa che va dagli 80,00 euro a 318,00 euro con l’immediato sequestro del mezzo, che verrà sbloccato solo ed esclusivamente dopo che verranno applicate le gomme omologate.
  3. In caso di sinistro a cose o persone devi sapere che l’assicurazione non pagherà i tuoi danni. Anzi sarà proprio l’assicurazione a rivalersi su di te per tutti i danni causati.

Detto questo si capisce chiaramente che rispettare le misure delle gomme è fondamentale, per questo motivo invitiamo tutti i nostri lettori ad avere un occhio di riguardo per quando si effettua la scelta degli pneumatici. Per chi comunque non fosse d’accordo può sempre prendere in considerazione il fattore pista dove si possono utilizzare misure diverse da quelle indicate (moto permettendo).

Per fare una scelta più accurata della gomma, prima dell’acquisto ti consigliamo di osservare molto attentamente il battistrada e i suoi intagli. Qui sotto troverai tre esempi per riconoscere il battistrada e il suo utilizzo:

  1. Il pneumatico con intagli che ricoprono fino al limite della spalla significa che la gomma è adatta per l’utilizzo stradale e sul bagnato.
  2. la gomma con intagli che non coprono la spalla lasciandola slick significa che le gomme sono adatte per un utilizzo sull’asciutto e magari anche qualche corsa su pista.
  3. Il battistrada con pochi intagli si caratterizza come gomma estiva ideale sia su strada che su pista.

Una volta fatto il passaggio della scelta del battistrada bisogna informarsi su quali sono le mescole  utilizzate per quel tipo di gomma. Le opzioni più gettonate sono tre :

  1.  La mescola in silice ottimizza la guida sul bagnato garantendo un ottimo grip, è consigliata per le stagioni autunnali e invernali. Essendo una gomma morbida fa presto ad entrare in temperatura.
  2. La mescola carbon black ha una pessima tenuta su fondi bagnati, ma è ottima per l’utilizzo su pista e nella stagione estiva.
  3. La multimescola invece riveste la parte centrale della gomma con la silice mentre la spalla è in carbon black. È una gomma che può essere utilizzata tutto l’anno, la silice permette una discreta tenuta sul bagnato mentre il carbon black migliora la fase di grip.

Questi elencati sono i consigli base che solitamente diamo ai nostri clienti prima di un acquisto. Nel caso si voglia entrare più nello specifico molte case produttrici di pneumatici pubblicano articoli correlati a specifici prodotti sul mercato, vi invitiamo al leggerli perché sono veramente interessanti.

Quando bisogna cambiare le gomme della moto?

Questa è la domanda che più ci viene fatta dai nostri clienti motociclisti. Le cose migliori da farsi quando si è in dubbio sul cambio gomme sono le seguenti:

  • Monitorare la pressione se si vuole garantire una maggiore durata di vita della gomma
  • Verificare i millimetri residui del battistrada
  • Osservare attentamente il deterioramento della spalla e che la gomma non sia ovalizzata
  • Verificare i DOT (anno di produzione del prodotto) che si trova sulla spalla

Tra questi elencati lo stato di usura della gomma è il fattore più importante da prendere in considerazione prima del cambio gomme, per una questione di sicurezza. Uno pneumatico usurato infatti perde aderenza molto facilmente soprattutto sul bagnato, allungando i tempi di frenata e diminuendo la manovrabilità. Mentre il limite del battistrada consentito dalla legge è di 1mm per i motocicli e di 0,5mm per i ciclomotori.

Tipologie di pneumatici per moto

Esistono vari tipi di pneumatici per moto e a seconda del loro utilizzo basiamo le nostre scelte. Marche e categorie sono molto differenti l’una da l’altra ad esempio: per i più avventurieri abbiamo a disposizione pneumatici per enduro e moto cross mentre per gli amanti delle uscite domenicali si consigliano gomme stradali che si possano utilizzare per qualche giro anche su pista. Mentre per chi fa un uso quotidiano della moto il nostro consiglio sono gli pneumatici bimescola che evitano spesso e volentieri il cambio gomme stagionale. Entriamo un po’ più nel dettaglio ed analizziamo tutte queste categorie.

gomme motocross

La gomma da motocross rispetto alla gomma da enduro si differenzia per il suo design e la sua linea aggressiva, l’altezza della spalle è più bassa grazie all’utilizzo negli ultimi anni del cerchione 19 pollici. Sono composti da una mescola più dura per garantire maggiore trazione. Essendo il motocross uno sport a circuito chiuso la scelta della gomma è molto più semplice perché ti permette di andare sullo specifico a seconda della pista. Esistono infatti svariate categorie da duro a intermedi a quelli da sabbia.

gomme moto enduro

Il pneumatico da enduro deve avere buone caratteristiche di trazione perché a differenza delle gomme da motocross deve adattarsi a diverse tipologie di percorsi tra questi sterrato fango e rocce. Proprio per questo motivo le gomme da enduro sono progettate in mescola più morbida, cosi da garantire una maggiore impronta sul terreno. Le case di produzione offrono molta scelta sugli pneumatici da enduro che si differenziano l’una dall’altra per la loro fisionomia e i loro tacchetti, una gomma da enduro infatti può misurare da i 13mm in su.

gomme moto stradali

Le gomme stradali per moto sono un prodotto che viene messo sul mercato per la grande distribuzione, è la classica gomme casa lavoro, adatta sia per motociclisti amatoriali sia per esperti. Si differenzia per la forte presenza di intagli nel battistrada che ne permettono l’utilizzo in qualsiasi condizione atmosferica. La durata di vita della gomma è solita ad arrivare da 5.000 a 10.000 km, questo dato però è sempre molto incerto visto che bisogna considerare le condizioni delle sospensioni della moto che le porta.  

gomme moto bimescola

Le gomme bimescola nascono per assecondare le esigenze dei motociclisti per un uso della moto stradale/sportivo. Inizialmente venivano utilizzate le gomme supersport. Queste gomme ottimizzano a pieno le situazioni dove si richiedono prestazioni di aderenza e inclinazione, agevolando l’angolo di piegata. Questo è dovuto grazie alla sua mescola semi morbida perfetta per la fase di appoggio. Mentre su strada la maggior parte dei casi questa questo pneumatico dalla mescola semi morbida crea uno spiattellamento andando a consumare prima la parte centrale della gomma.

Il mercato richiedeva una gomma che non presentasse il problema dello spiattellamento nella parte centrale ed è per questo che le case di produzione si misero a lavoro per lanciare una gomma che andasse bene per qualsiasi performance. Così inventarono il pneumatico bimescola. Una gomma dura sulla parte centrale e morbida sulla spalla, in modo tale che venisse risolto il problema dello spiattellamento. Il pneumatici bimescola che si trovano oggi sul mercato odierno garantiscono una maggiore resa chilometrica, un ottimo grip e anche su fondi bagnati la gomma risponde molto bene.

gomme moto per marche

Essendo quello degli pneumatici per moto un mercato molto competitivo non è stato semplice per noi scegliere i migliori brend sul mercato attuale. Dopo una faticosa ricerca e sondaggi fatti ai nostri clienti siamo riusciti ad ottenere una lista di sette pneumatici per moto più utilizzati dai motociclisti.

gomme moto metzler

Le metzler M9RR è una gomma sportiva ed è disponibile di varie misure. Si differenzia dal suo predecessore perché gli intagli non ricoprono la spalla che è completamente slick, quindi rende migliori le performance in fase di piegata. Gli intagli centrali permettono un ottimo drenaggio dell’acqua. La gomma è composta da bimescola , dura in fascia centrale in modo tale che ne possa garantire un ottimo chilometraggio e morbida in fascia laterale per un eccellente ingresso in curva. Grazie alla sua nuova tecnologia le gomme entrano subito in temperatura e trasmettono il calore dalla parte centrale alla spalla in modo tale che in fase di piegata non ci si ritrovi la spalla fredda. Queste gomme hanno un chilometraggio che varia dai 7000 agli 8000km.

gomme moto pirelli

La pirelli diablo rosso 3 sono un dei prodotti più di nicchia nel mondo delle moto. Rispetto alle rosso2 hanno un ottima tenuta ed entrano immediatamente in temperatura, essendo una gomma bimescola il grip è molto buono. La dibolo rosso 3 è la classica gomma ad utilizzo sportivo/stradale grazie al suo disegno sportivo  e i suoi intagli a forma di fulmine che rendono il design della gomma alquanto accattivante e aggressivo. Inoltre i suoi intagli ad angolo retto seguono facilmente il processo di usura della gomma limitandone l’usura. L’allineamento risulta molto efficace anche per il drenaggio dell’acqua garantendo maggiore sicurezza sul bagnato. Il loro ciclo di vita si aggira sui 5000 chilometri.

gomme moto michelin

Le michelin pilot power 2ct utilizza la tecnologia bimescola (tow compound tecnology), la mescola dura sulla fascia centrale ne aumenta di gran lunga la resistenza, mentre la mescola morbida sulla spalla la rende agile ad ogni inclinazione. La loro durata chilometrica varia dai 5000 ai 6000 chilometri.

gomme moto dunlop

Le gomme moto dunlop d213 sono un evoluzione delle d212, dove sono state apportate notevoli modifiche come la loro larghezza e la fisionomia del profilo che risulta più appuntito e ne facilita l’ingresso in curva. Ha un ottima stabilita in frenate e una bona tenuta sulle curve ad alta velocità. Rispetto al mondello precedente anche gli intagli sono stati modificati, infatti garantiscono un riscaldamento della gomma molto più rapido. Entrambi gli pneumatici sono bimescola composti da parte centrale dura per dare maggior impronta in fase di stacco, mentre i lati sono morbidi per dare sicurezza in fase di piega. Essendo una gomma più proiettata alla pista non possiamo indicarvi la durata chilometrica.

gomme moto mitas

Le nuove mitas sport force+ev ideale per l’utilizzo strada pista grazie all’evoluzione della sua mescola mobida, mentre disegno e carcassa restano invariati. Per risolvere i problemi di durata rispetto alle precedenti il nuovo pneumatico posteriore è stato progettato in bimescola per garantire un maggiore chilometraggio. È consigliato il montaggio su KTM. Il suo ciclo di chilometraggio può arrivare a 3000 chilometri.

gomme moto continetal

La continental contisportattck4 è un gomma ideale da utilizzare su moto sportive, si differenzia dalle altre gomme per tre sue caratteristiche molto importanti:

  • Mescola balckchilisport che con la presenza della silice fa ottenere alla gomma un ottimo grip e un ottima trazione anche sul bagnato.
  • Il design presenta meno intagli sulla spalla, di conseguenza un maggiore contato negli angoli di piegata offrendo una buona aderenza alla gomme e maggiore sicurezza.
  • La struttura dona alla gomma un ottima agilità ottimizzando i tempi di reazione e inserimento in curva.

La presenza di una fascia centrale permette alla gomma di dare un ottima resa chilometrica, precisamente ci aggiriamo ai 6000 chilometri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − dieci =

Torna in alto